26 Agosto 2014 | News

WOC-WTOC 2014 spettacolare!

Il WOC-WTOC 2014 organizzato in Italia è stato chiaramente il più spettacolare degli ultimi anni!

Non occorrevano certo i mondiali di orienteering  per dimostrare come il territorio dell’Altopiano di Asiago sia  impianto sportivo ideale per questo sport, ma dall’evento sono arrivate importanti conferme.

Il bilancio che si può fare a giochi conclusi è positivo, soprattutto se, come si deve fare, si guarda alla manifestazione e alle ricadute sul territorio sotto molteplici aspetti, partendo dal momento in cui i mondiali sono stati assegnati per prima volta all’Italia. “L’evento che si è diviso tra il nostro altopiano e quelli vicini di Folgaria, Lavarone e Luserna ha richiesto un’organizzazione importante e articolata. Concorrenti, pubblico e Federazione Internazionale hanno riconosciuto che è stato preparato bene, ritenendolo il miglior mondiale degli ultimi 16 anni, non solo per i luoghi dove si sono tenute le gare ma anche per l’ospitalità offerta e l’innovazione che è stata portata nella comunicazione. I percorsi erano stati studiati anche per avere una buona visibilità in televisione, e attraverso la Federazione Internazionale che ne aveva i diritti le tv potevano accedere a dirette e servizi corredati da immagini in pillole che illustravano le peculiarità dei luoghi sede dell’evento. Alcune televisioni, come quella scandinava (Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca), hanno trasmesso le gare in diretta, Rai Sport dopo la diretta per la cerimonia di apertura ha realizzato servizi in differita, molto seguiti sono stati anche i live sul web: 57.149 utenti singoli con una portata totale di 1.860.311 visualizzazioni e picchi di 6.287 utenti singoli al giorno durante l’evento pari a 36.513 pagine viste. 96 diversi paesi! principalmente Italia, Germania, Finlandia, Svizzera, Svezia, Russia, Norvegia, Giappone.

La manifestazione ha compreso 3 diversi eventi: il W.O.C. ovvero il mondiale che ha visto la presenza di 500 atleti di 54 nazioni, più gli accompagnatori, il W.T.O.C. per i diversamente abili, con 200 persone presenti e il 5Days, gare di contorno per gli atleti dei gruppi sportivi, che hanno richiamato 1.800 persone. In più c’erano le assemblee della Federazione Internazionale ed oltre 50 giornalisti da tutto il mondo. Oltre la metà di queste persone hanno alloggiato sull’Altopiano di Asiago, mentre altri sono stati ospitati a Lavarone e in qualche altra località.

Positivo il bilancio dell’organizzazione guidata da Gianpiero Mazzeni. “Chiudiamo con un grande successo. Abbiamo avuto partecipanti che sono rientrati a casa molto soddisfatti dai 3 eventi: WOC, WTOC e 5 GIORNI. Sicuramente realizzare un evento di questa portata è stato molto difficile con 5 differenti location, 2 regioni coinvolte e centinaia di volontari da coordinare”.

Il commento per la FISO spetta al Presidente Federale Mauro Gazzerro. “Si è trattato di un Mondiale di alto livello, organizzativo e tecnico. A partire da Venezia, con la prova cittadina, per poi passare all’innovativa Team Relay di Trento. Per finire i bellissimi scenari di Lavarone ed Asiago. Credo che tutti abbiano potuto ammirare qualcosa di unico”.

Il medagliere dei WOC vede in testa la Svizzera con 8 medaglie ( 3 ori – 4 argenti  – 1 bronzi ) a seguire Svezia 6 medaglie ( 2 ori – 2 argenti – 2 bronzi ),  Danimarca 6 medaglie ( 1 oro – 3 argenti – 2 bronzi ), Russia 2 medaglie ( 1 oro – 1 bronzo ),  Norvegia 2 medaglie ( 1 oro – 1 bronzo ), Francia 2 medaglie ( 1 oro – 1 bronzo ) e Ucraina 1 medaglia ( bronzo ).

Il medagliere dei WTOC vede in testa la Svezia con 4 medaglie ( 1 oro – 3 argenti ) a seguire Norvegia 2 medaglie ( 1 oro – 1 bronzo ), Lettonia  2 medaglie ( 1 oro – 1 bronzo ), Croazia 1 medaglia ( oro ),  Finlandia 2 medaglie ( 1 argento – 1 bronzo ),  Gran Bretagna 1 medaglia ( bronzo ).