28 Febbraio 2014 | News

A BOLOGNA LA CONSULTA DEI PRESIDENTI REGIONALI FISO

In attesa che inizino le gare più importanti del circo verde dell’orienteering, tra una gara promozionale e l’altra dei vari tour promozionali del Veneto, si sviluppano gli incontri a carattere programmatico delle attività che coinvolgono la nostra regione.

A livello Federale il 22-23 febbraio si è svolta a Bologna la Consulta dei Presidenti e delegati regionali FISO.

Un incontro che ha visto la partecipazione di  quasi tutti i convocati (6 Comitati regionali e 15 delegazioni) che coordinano sul territorio nazionale ben 63 delegati provinciali FISO, 154 società e oltre 10.000 tesserati.

Dopo le prime comunicazioni di carattere amministrativo da parte del Segretario FISO Andrea Rinaldi e quelle tecniche di Fabio Hueller sulle novità apportate al RTF e  di Roberto Pradel sul progetto “Comitati Sprint”, il Presidente Mauro Gazzerro ha relazionato sulla grande novità (introdotta dal DPR 52 del marzo 2013) dei licei Scientifici ad indirizzo sportivo, che inizieranno dal prossimo anno scolastico 2014-2015. In essi si prevedono 6 ore settimanali dedicate allo sport di cui 2 da dedicare (almeno nei primi due anni) all’atletica leggera e all’orienteering. Un tavolo di concertazione fra MIUR, CONI, FISO e FIDAL è già stato richiesto e ne avremo notizia quanto prima. Intanto si pongono i primi interrogativi di carattere generale e organizzativo. Nel dibattito seguito all’intervento di Gazzerro i molti docenti scolastici presenti hanno dato importanti indicazioni e posto questioni di non semplice soluzione. Gazzerro ha poi riferito del progetto promosso da  FISO e Forestale per attività da svolgere nelle scuole elementari del Sud Italia. Infine il Presidente ha chiesto un parere sul Trofeo delle regioni, che per il 2015 dovrebbe essere “congelato” per riprendere successivamente con una nuova formula: tutti hanno dichiarato il loro interesse a continuare con l’esperienza del TDR, evidenziando l’opportunità di formularlo in modo da consentire anche alle regioni con meno esperienza di sentirsi competitive. Nel secondo giorno, dopo un breve intervento di Rinaldi sulla preparazione di un nuovo software per la gestione finanziaria e uno di Moretti sulle News regionali da pubblicare sul sito FISO, sono iniziati gli interventi dei Comitati e dei delegati. Il Veneto ha sottolineato il proprio impegno nello sviluppo dei “Tour promozionali” ed ha presentato la formula turistica dell’Orientwalking, suscitando l’interesse di molti. Altri hanno osservato che il Sito Web della FISO dovrebbe esser articolato diversamente, specificando il target (interno o esterno); sono state sollevate problematiche fiscali e sanitarie (soprattutto sull’uso del defibrillatore) e problematiche relative ai  finanziamenti delle attività di orientamento.

Soprattutto dai rappresentati delle regioni del Sud, sono arrivati segnali di grande vivacità e fermento, se pure ancora condizionati dalla necessità di avere più tecnici a disposizione ed uno sviluppo qualitativo, oltre che quantitativo, più evidente.

Una riunione che, per quanto onerosa in termini di spesa e di tempo, ha permesso a tutti di confrontarsi, portando a casa utili contatti, concreti suggerimenti e soprattutto la consapevolezza di appartenere ad un movimento capace di rinnovare il proprio slancio, per il raggiungimento dei traguardi che la FISO si è posta in questo quadriennio olimpico.

WALTER PERARO