25 settembre 2015 | News, Verbali

Verbale del Consiglio regionale veneto n. 20 – 7/2015

Padova, Stadio Euganeo, 15 settembre 2015

Ore 19.30 – Consiglieri presenti: Stefano Zonato (SZ), Walter Peraro (WP), Edoardo Tona (ET), Roland Pin (RP), Federica Anedda (FA), Federico Bruni (FB), Cristian Bellotto (CB), Nicola Galvan (NG)
Altri presenti: Michele Cera, Renato Bettin

VERBALE SEDUTA PRECEDENTE
Si approva all’unanimità il verbale della seduta svoltasi il 7 luglio 2015, già pubblicato sulla pagina Internet della Fisoveneto.

ANALISI LAVORI DEL COMITATO
NG relaziona e illustra lo schema predisposto, riportante gli intenti del Comitato a inizio mandato, ciascun relativo supervisore con le azioni intraprese da una rilettura dei verbali 2013-15. Nella prossima riunione i Consiglieri relazioneranno sullo stato di avanzamento di ciascun lavoro. Lo scopo è intraprendere un metodo di lavoro che consenta di visualizzare l’attività svolta con risultati, tempi e risorse per valutare eventuali debolezze su cui intervenire tempestivamente.

REGOLAMENTO CENTRO TECNICO FEDERALE
WP pone l’accento sulla bozza inviata a tutti i Consiglieri ricavata nella maggior parte della sua stesura da quella presentata a suo tempo dall’Erebus Vicenza. CB obietta che, essendo stata già presentata nella seduta di marzo un bozza di regolamento predisposto dall’Erebus, è a tale progetto che ci si deve riferire e in tale ambito discutere. WP propone allora di variare il punto all’odg deviando la discussione sul progetto Erebus e non sul progetto del Comitato. Il Consiglio approva la modifica (contrario WP, astenuto NG). WP da lettura del progetto Erebus e apre la discussione su eventuali osservazioni e modifiche. ET da lettura dei requisiti richiesti dalla Fiso per l’apertura di un centro federale constatando che la documentazione comprovante questi requisiti minimi richiesti è corretta ma va presentata dal Comitato Regionale competente per territorio. SZ obietta che un progetto a totale gestione Erebus non è opportuno, considerato che si dovrà chiamare “Centro Tecnico federale Fiso” e che pertanto nel progetto dovranno essere inserite anche le figure chiave delegate alla gestione, tra le quali un controllore sull’attività tecnica e organizzativa e un controllore sul bilancio, entrambi nominati dalla Fiso su proposta del Comitato regionale. Si concorda quindi che l’Erebus ripresenterà il progetto con l’inserimento di tutte le figure previste (nominativi inclusi, esclusi quelli a nomina federale). Ad approvazione del progetto avvenuta il Comitato regionale presenterà tale progetto alla Commissione formazione della Fiso. WP esprime voto contrario, in quanto non ritiene corretto che una istituzione federale, come appunto un Centro Tecnico, sia totalmente dipendente da una sola società sportiva, autonoma (se pure con controllori) nel gestire sia la parte economica che quella programmatica e tecnica, come prevede il modello proposto dall’Erebus, e testè approvato (sia pure con l’invito di apportare determinate modifiche). Dovrebbe invece essere definito un modello organizzativo svincolato da interessi di parte, in grado di prevedere l’affidamento in gestione ad un Club affiliato (e quindi ben venga la gestione Erebus), ma con la possibilità di variarne nel tempo l’affidamento se ciò si rivelasse necessario. Nessuno impedisce all’Erebus di realizzare un proprio Centro Tecnico, ma la denominazione di “Centro Federale” deve essere data ad una struttura istituita dalla Federazione, con specifico regolamento, che preveda ovviamente una gestione univoca ma in quanto incaricata dalla Federazione, e che coinvolga in qualche modo anche gli altri Club affiliati, presenti sul territorio dove è istituito il Centro.

BILANCIO DEL COMITATO
SZ relaziona sulla situazione attuale elencando quali voci risultano ancora in attivo e quali registrano invece delle passività. Si pone l’accento sul contributo di 600 Euro ancora da richiedere al Miur per l’attività dei Campionati Studenteschi, fase regionale.

CORSO BASE A VICENZA
CB annuncia l’intenzione di organizzare a Vicenza e Chiampo un corso di base nelle date 23 ottobre, 6-7 novembre, 13-14 novembre, con gara finale ad Arzignano il 22 novembre. Il Consiglio approva l’iniziativa e ne concede il patrocinio.

ARGE ALP 2015
Una rappresentativa veneta è stata invitata all’edizione 2015 dell’Arge Alp, in programma ad Aprica in ottobre, con quota d’iscrizione gratuita. RP si occuperà di informare le società sulla possibilità di iscrivere propri atleti in questa rappresentativa.
ONORIFICENZE
Si decide di segnalare alla Fiso il nome di Michele Cera quale destinatario della targa Alois Lantschner, in virtù dei risultati ottenuti ai Mondiali trail-o. SZ si dichiara contrario all’iniziativa ritenendo in generale inutile l’istituto dell’assegnazione di onorificenze in ambito sportivo, se non per validi motivi.

VOLANTINO PROMOZIONALE
NG presenta due bozze di volantino elaborato graficamente con l’aiuto di ET. Il Consiglio approva la realizzazione della bozza 4 e SZ suggerisce alcune correzioni da apportarvi.

CAMPIONATO VENETO A STAFFETTA
WP pone l’accento sulla scarsissima partecipazione di atleti veneti, soprattutto in ambito femminile, alla recente prova tenutasi a Barricata di Grigno e propone di adottare per il prossimo anno una formula diversa, chiamandola Campionato veneto di staffetta a squadre. La formula, pensata da SZ, richiama il sistema adottato per la disputa delle più famose staffette orientistiche al mondo, la Jukolan Viesti e Venlojen Viesti. SZ invierà a FA, responsabile dei regolamenti, una bozza di regolamento che, se approvato nella prossima riunione, diventerà operativo già dal prossimo anno.

RADUNI SQUADRA GIOVANILE
RP relaziona sulla regolarità ed efficacia dei raduni svolti dalla rappresentativa giovanile nel corso dell’anno, ponendo l’accento in particolar modo su quello svolto in Slovenia.

DIMISSIONI DI WALTER PERARO DA PRESIDENTE DEL COMITATO
Al termine della discussione degli argomenti vari, WP annuncia le proprie dimissioni dalla carica di Presidente del Comitato FISO Veneto, avendo constatato la ripetuta distonia con la maggior parte dei consiglieri del Comitato FISO Veneto e la conseguente impossibilità di esserne il rappresentante (come peraltro lo stesso consigliere CB aveva sottolineato durante la discussione sul Centro Tecnico Federale).
WP formalizzerà tali dimissioni, inviandone comunicazione alla Segreteria Generale.

Alle ore 21.50 si chiude la riunione.

Non viene fissata alcuna data per la prossima seduta.