7 Ottobre 2017 | Verbali

Verbale del Consiglio regionale n. 9 – 6/2017

Padova, Stadio Euganeo, 6 ottobre 2017

Ore 19.30 – Consiglieri presenti: Mauro Tona, Edoardo Tona, Silvia Minella, Cristian Bellotto, Alvise Rumor
Altri presenti: Renato Bettin, Lorenzo Bazan, Nicola Pradel, Mauro Nardo

O.D.G.:

  1. Calendario gare;
  2. Regolamento;
  3. Convocazione assemblea Società;
  4. Raduno Veneto 2017;
  5. Raduno veneto 2018 ipotesi trasferta all’estero;
  6. Cartografia Fiso Veneto;
  7. Giornate dello Sport – Scuole; Campionati Studenteschi 2018;
  8. Attività dei delegati Provinciali;
  9. Varie ed eventuali.

Discussione:

  1. Il presidente porta a conoscenza del consiglio della richiesta di Aaron Gaio in rappresentanza del Comitato Trentino sulla possibilitá di continuare la collaborazione nella stesura dei calendari regionali. Edoardo Tona sottolinea che deve esserci maggiore attenzione a programmare le gare prima dei campionati italiani. Vista le poche gare prenotate ad oggi, il termine di presentazione viene prorogato al 30/9. Le gare proposte sul sistema sono ad oggi il Campionato Veneto Sprint il 17/06/2018 ad Arsié (BL) (ASD Fonzaso) e Long a inizio settembre a Gallio(VI) (Erebus Vicenza). Viste le gare nazionali sprint a inizio giugno, chiede se possibile anticipare la data della sprint. Nicola Pradel specifica che la data é dettata dalla concomitanza di una manifestazione che risolve i problemi logistici, oltre che ad una maggior visibilitá dell’evento. Edoardo espone la mancanza del Campionato Veneto in notturna 2017. Cerca proposte per una data dopo il ritorno all’ora solare. Cristian Bellotto propone la carta di Nove (VI) se qualcuno si assume l’onere organizzativo. Renato Bettini propone di utilizzare la gara promozionale giá in calendario a Dicembre a Martellago. Si riserva di proporlo alla societá organizzatrice.
  2. Edoardo Tona espone che i regolamenti sono di fatto tutti giá predisposti dalla FISO Nazionale ed il Comitato Veneto puó eventualmente inserire delle specifiche. Il 2017 ha visto per la prima volta la specialitá Sprint Relay. Conferma che l’esperienza organizzativa é stata positiva. Specifica che la donna al lancio non é obbligatoria da regolamento regionale, ma essendoci nelle gare internazionali é auspicabile proporla. Bellotto propone di approvarla nel regolamento regionale. Esprime infine il disappunto nel aver visto un direttore gara regionale partecipare alla manifestazione ed essere inserito in classifica, una situazione che si dovrá evitare in futuro. Bazan chiede perché non possano concorrere al titolo regionale le staffette miste (frazionisti di diverse societá) poiché ci sono pochi concorrenti. Dopo breve discussione si evince la non opportunitá per salvaguardare la rappresentativa societaria ed evitare classifiche a tavolino. Possono tuttora comunque correre in categoria (non necessariamente in open), ma non per il titolo che va alla rappresentativa societaria. Bazan sottolinea che i campionati di societá, che si corrono in una giornata, il punteggio riservato agli Elite é troppo elevato e questo porta a strategie societarie che minano l’iniziativa competitiva. Bellotto conferma che il punteggio ponderato sulle esperienze passate puó essere ritarato, anche per aumentare l’importanza dei master. Edoardo Tona propone un sistema a piú gare, anche se porta obiettivamente a problemi gestionali. (bassano) si propone per formulare/un algoritmo multigara, con una gara finale per dare maggior importanza al tutto. Il Presidente propone di dare un incentivo alle societá nella formula del buono per acquisto di materiale sportivo. Sottolinea peró che al momento ci sono 4 societá a livello piú alto (per numeri e risultati). Bellotto propone di dividere il campionato in 2 gironi per dare incentivo e possibilitá anche a societá minori.
  3. Il Presidente propone dei punti da presentare all’assemblea con le societá venete:- allenamenti multisocietá; – trasferta all’estero: 8-10 giorni con 5 giorni di raduno e 3 di gare; ci sono anche dei senior interessati (improntando anche il punto di vista turistico); da valutare la possibilitá di coinvolgere i comintati vicini. Bellotto sottolinea che bisogna decidere il taglio di etá, sia minima che la gestione dei master/senior. Si conviene dopo breve discussione che il posto potrebbe essere la scandinavia, ma non l’Oringen in quanto la prossima sará troppo a nord. Il Presidente sottolinea che non potrá essere solo sulle spalle del comitato, ma le societá dovranno collabolare. Edoardo Tona si propone come coordinatore generale, ma avrá bisogno di delegare le varie materie. Il quando sará la prima domanda a cui dare risposta. L’assemblea viene fissata per le ore 17 del giorno 28/10/2017 presso lo Stadio Euganeo.
  4. Rumor relaziona la parte economica che chiude con un avanzo negativo di euro 63,03, considerando anche le spese non ancora sostenute, come il rimborso ai tecnici e il ristoro della quota giá versata dall’ASD Fonzaso di Pradel Nicola che non ha potuto partecipare. Bellotto sottolinea che ci sono state osservazioni su cose che non hanno funzionato nell’organizzazione. Una di queste é che alcuni giovani hanno dovuto improvvisarsi tecnici, ma la cosa ha i suoi lati positivi, in quanto la formazione di nuovi tecnici e resposabilizzare i giovani é un obiettivo da perseguire. Dare spazio ai giovani porta inevitabilmente a errori, ma l’esperienza fatta é indiscutibile. Rumor espone la presenza di 60 persone, ma la mancanza di alcune delle maggiori societá, tra cui il Tarzo che ha dato disdetta il giorno prima. Per la stagione 2018 fará delle proposte per il raduno invernale.
  5. Rinviato al prossimo consiglio;
  6. Rinviato al prossimo consiglio;
  7. Bazan espone che é diventato troppo complesso rendicontare e ottenere i fondi MIUR Treviso, oltre che essere fatturato elettronicamente. Chiede soluzioni da parte del Comitato Regionale. Si conviene di formare un fondo in cui questi incassi possano ritornare sul territorio.
    Si comunica che la fase regionale 2018 dei GSS sará in Provincia di Treviso il 21/04/2018.
  8. Bazan comunica che la cartina di Castelfranco é stata cartografata per iniziativa privata e fuori da societá. Il consiglio, previe le dovute verifiche di conformitá, approva di omologare la carta a proprie spese e che la stessa sará messa a disposzione di tutte le societá venete che ne faranno richiesta. Nardo propone che nelle gare, dove il terreno lo permette, sia inserito un delegato che si occupa dell’accessibilitá di uno o piú percorsi; Bettin sottolinea che eventualmente vanno modificati i parametri cartografici di oggetto non attraversabile; Edoardo Tona sottolinea l’aspetto ludico promozionale, non competitivo; Bazan propone di tracciare i percorsi bianchi accessibili dove possibile.. Nardo informa inoltre che societá con disabili iscritti hanno canali privilegiati verso finanziamenti regionali.
  9. Cristian Bellotto segnala alcuni spunti per il prossimo consiglio. Comunica il buon esito dell’esperimento con la squadra agonistica regionale, peró per problemi di lavoro, dal prossimo anno non potrá piú esserci Michele Caraglio. Si dovrá trovare un sostituto all’altezza. Formazione: a novembre ci sará l’esame del corso tracciatori; in inverno i corsi direttori gara, ufficiali di gara e istruttori. BEA di quest’anno su cosa si potrebbe incentrare su come seguire i giovani nelle societá.

La seduta è tolta alle ore 22.30